Le olive raccolte vengono lavorate a ciclo continuo a tre fasi (PIERALISI) a sud della Pianura Salentina (zona ideale per coltivazioni agricole), dove tecnici qualificati controllano la fase produttiva affinché venga garantita la massima qualità.

Composto principalmente da sostante antiossidanti, quali acidi grassi monoinsaturi, acido grasso linoleico, polifenoli, betacarotene, acido oleico e da una preziosa molecola olecantale, esso contiene anche vitamina A, D, E, e minerali come il ferro, calcio, magnesio, potassio. Tali proprietà costituiscono un preziosissimo tesoro per la nostra salute, sia per quanto riguarda il contrasto dei radicali liberi, sia per la prevenzione e la cura di innumerevoli malattie, come dimostrano numerosi studi scientifici.


Leccino

Le olive Leccino sono frutto di una pianta molto resistente che si adatta facilmente anche a temperature rigide e quindi si presta per esser coltivata su diversi terreni. La pianta di Leccino resiste anche a diverse malattie molto frequenti nelle coltivazioni di ulivi. Il Leccino è una pianta fiorisce e, conseguentemente, matura in maniera piuttosto precoce. La sua produzione si può definire abbondante ed anche costante, la resa in olio è medio-alta e varia dal 18% al 22%. Le olive son di media dimensione, son semplici da cogliere infatti non oppongono una grande resistenza. La produzione che ne esce è un prodotto olio extravergine di oliva adatto a un consumo da tavola.

L’olio di olive di Leccino è un olio di buona e ottima qualità a seconda di come viene lavorato il prodotto. La molitura è sempre una parte fondamentale per la produzione di un prodotto buono. Se l’azione della molinatura viene eseguita nelle primissime ore dopo la raccolta il prodotto che si ottiene risulta essere veramente di altissima qualità.

Si tratta di un olio EVO molto equilibrato che trova un giusto punto tra i sentori amaro, piccante, dolce e fruttato, il tutto accompagnato da lievi sentori di mandorla. L’oliva Leccino è nota per donare un olio delicato dalla tipica colorazione gialla dorata con qualche riflesso verdolino. Le olive Leccino, unite ad altre olive dalle note più toste, aiuta a creare un gusto più morbido e donare un giusto punto di equilibrio tra le peculiari caratteristiche amaro e piccante. Nell’unione dell’olio EVO Tricultivar biologico Cavicchi è l’oliva più delicata.

Cellina di Nardò

La cultivar Cellina di Nardò è nota anche col nome di cultivar Saracena. Si deve infatti ai saraceni la grande diffusione di questa oliva. Presenta alcune limitazioni nella resa a causa delle difficoltà che sorgono al momento della separazione. La Puglia è forse l’unica regione in Italia che presenta coltivazioni concentrate su questa particolare varietà.

Una caratteristica che salta immediatamente all’occhio è la colorazione violacea della parte interna del frutto. L’oliva Cellina di Nardò dona un olio di altissima qualità fortemente riconoscibile per via delle tipiche note di verdura e frutta. Il carattere aromatico regala sentori di pomodoro, erba, mandorla e frutti di bosco. Intense sono le note piccanti e presente un retrogusto amaro che rende qualitativamente superiore questo prodotto.

L’olio EVO Tricultivar Biologico Cavicchi sposa le note più toste dell’oliva Cellina di Nardò con le altre due varietà, Lecchino più morbida, e l’Ogliarola Salentina particolarmente corposa. Anche per l’oliva Cellina di Nardò la molinatura è indicato farla nelle primissime ore dopo aver raccolto i frutti. Questo rapido raccorgimento permette di ottenere un olio di altissima qualità rispetto ad altri oli meno pregiati. La resa della cultivar Cellina di Nardò è, come già anticipato, molto bassa ma la qualità del prodotto è veramente eccellente. 

L’ulivo di Cellina di Nardò è perfetto sia per l’olio monocultivar che per oli creati dall’unione di più olive come l’olio EVO biologico Tricultivar Cavicchi. Questo rende l’olio prodotto dall’oliva Cellina di Nardò un olio molto versatile. Molto usato in cucina l’olio e ottime le olive anche in salamoia. La cultivar Cellina di Nardò è un’oliva pregiata e di conseguenza lo è anche il suo olio.

Ogliarola salentina

Fruttato di intensità leggera, sentori di lattuga ed erba tagliata. Al palato prevale la mandorla fresca, giusto equilibrio tra l’amaro e il piccante. L’ Azienda abbraccia un area di circa 20 ettari, dove gli oliveti sono curati nel rispetto dei più rigorosi metodi dell’agricoltura biologica. Al suo interno sono presenti gli imponenti olivi secolari dai singolari tronchi “ritorti” che ricordano antiche sculture, come corpi di serpenti improvvisamente irrigiditi dal tempo e altre fantastiche creature che la natura ha sviluppato nei secoli. Quegli stessi olivi che Greci e Romani consideravano sacri e che vedevano nella struttura del tronco, la dimora ideale di divinità, ninfe, demoni e satiri.

Il Frantoio di molitura, di nuova costruzione, sorge sopra un’altura immersa nel verde, circondato da oliveti, vigneti e macchia mediterranea; attualmente è uno dei più moderni della zona, attrezzato con impianti di lavorazione ad alta tecnologia. L’estrazione del’olio d’oliva si contraddistingue per la presenza di due linee di trasformazione a freddo e per l’utilizzo ancora oggi di un frantoio a tre macine in pietra di granito nero, grazie al quale è possibile estrarre un olio a freddo dalle eccellenti qualità.

Le olive, al raggiungimento del giusto grado di maturazione, vengono raccolte direttamente dalla pianta a mano o con mezzi meccanici; di questo prezioso frutto viene effettuata la molitura entro le 12 ore successive alla raccolta. Tali accorgimenti consentono di ottenere degli oli con straordinarie proprietà organolettiche, come l’olio extravergine “armonico”, dal tipico colore giallo dorato, dal gusto equilibrato con leggero sentore di mandorla; o come l’olio extravergine “fruttato”, dal profumo intenso con percezioni di piccante e note amare di foglia.

Spedizione gratuita

Per ordini superiori a 40€

Made in Italy

Qualità 100% garantita

Sicuro

Pagamenti sicuri con SSL

Assistenza

Sempre a tua disposizione